05/13/2021
conclusa con risposta

È vero che con il Covid sono dimezzati i rimpatri di clandestini?

  • Covid-19
  • Hate speech
  • Migranti
Lisa

La nostra risposta

Ciao Lisa,

i rimpatri sono diminuiti soltanto durante i primi tre mesi dallo scoppio della pandemia (marzo, aprile e maggio 2020) e in coincidenza con un netto calo anche negli arrivi (-13% in Europa) e nelle richieste di asilo inoltrate (-38%). Finita questa prima fase però i rimpatri sono risaliti, e addirittura nell'estate 2020 hanno superato del 6% quelli dell'anno precedente (nello stesso periodo).

La scelta di molti stati membri dell'Ue, Italia inclusa, di rimpatriare i migranti irregolari nonostante la pandemia è stata duramente criticata dalle Nazioni unite, perché mette a rischio diverse categorie (oltre ai migranti stessi, anche gli operatori sanitari e sociali, gli ufficiali pubblici e le comunità sia nel paese ospite che in quello di origine).

Per approfondire la questione dell'effetto della pandemia su arrivi, richieste di asilo e rimpatri, puoi leggere il nostro articolo:

Il calo delle richieste d'asilo durante la pandemia