05/17/2022
conclusa con risposta

100 euro al giorno per ogni profugo ucraino e si fanno storie per 30 euro o quanti sono per i migranti nei centri? 

  • Hate speech
  • Migranti
  • Ucraina
Paride

La nostra risposta

Ciao,

l'argomento è abbastanza complicato e bisogna stare attenti a non confondere le cose. Se capisco bene la tua domanda i 100 euro a cui fai riferimento non riguardano l'accoglienza dei rifugiati ucraini in generale ma dei minori non accompagnati (vedi qui). Sul tema dei minori stranieri non accompagnati, in particolare provenienti dall'Ucraina, stiamo preparando un approfondimento, che uscirà a breve.

In generale comunque è vero che il sistema di accoglienza allestito per chi scappa dalla guerra in Ucraina è in parte diverso da quello che abbiamo conosciuto fino ad oggi e che vale ancora per tutti gli altri richiedenti asilo e rifugiati. Abbiamo approfondito la questione in questo articolo se ti interessa: La crisi Ucraina e la gestione emergenziale dell’accoglienza.

Più in generale comunque crediamo non sia corretto interpretare le risorse destinate all'accoglienza semplicemente come un costo. Si tratta di una politica pubblica che ovviamente richiede dei fondi ma che ha anche degli obiettivi. In questo caso attivare dei processi di integrazione a vantaggio sia della persona accolta, sia della comunità ospitante. La valutazione dunque dovrebbe riguardare non tanto il costo giornaliero per persona, ma la qualità del servizio offerto con quelle risorse e l'efficacia complessiva della politica.

Puoi approfondire la questione qui.