05/30/2022
conclusa con risposta

appena possono, vogliono tornare a casa. non è questa forse una prova che gli ucraini sono profughi nel senso vero del termine, e non persone che vogliono semplicemente trasferirsi da un'altra parte?

https://twitter.com/Kwizera06428241/status/1511064120115834886

  • Hate speech
  • Ucraina
brunilde

La nostra risposta

Salve Brunilde,

come sottolinea anche l'Agenzia per i rifugiati dell'Onu quella di "profugo" è una definizione generica che indica chi lascia il proprio paese a causa di guerre, persecuzioni o catastrofi naturali, a prescindere dal tempo in cui egli è costretto a rimanere fuori dai confini della propria nazione di provenienza.

Non esistono "profughi finti" e "profughi veri", come abbiamo sottolineato in questo nostro approfondimento. Inoltre, l'incidenza di rifugiati e rifugiate ucraine che rientrano nel proprio Paese è proporzionale anche alle difficoltà logistiche di rientro (se ci si trova a poche centinaia di km dalla propria città, in un paese confinante con l'Ucraina) e alle possibilità economiche di cui la famiglia che intende rientrare in patria è dotata. Non sempre, rispetto alla presenza di profughi e profughe presenti nei paesi europei, si verifica la coesistenza di entrambe queste condizioni.